Un INTARSIO è un restauro che viene fatto al di fuori della bocca e, dopo averne verificata la precisione, cementato sul dente.

Gli intarsi permettono di salvaguardare la struttura dentale sana rimasta e di ricostruire con ottimi risultati estetici e funzionali anche parti del dente molto estese. Costituiscono una valida alternativa alle otturazioni in denti danneggiati da carie e usura che non hanno bisogno di essere ricoperti con una capsula.

PERCHE’ VIENE FATTO

  • Alternativa ad una otturazione grande che potrebbe risultare non sufficientemente robusta.
  • Quando si voglia ottenere una otturazione nei denti posteriori con un risultato estetico eccellente.
  • Maggior durata nel tempo rispetto ad una otturazione diretta tradizionale.

QUALI MATERIALI UTILIZZIAMO

Possono essere fatti in molti materiali, oro, ceramica o materiali compositi. Fino a qualche anno fa venivano fatti preferibilmente in oro ma con l’avvento di materiali estetici ottimali oggi vengono realizzati dello stesso colore del dente. Ovvero il materiale verrà scelto in base alle esigenze estetiche tenendo presente il carico masticatorio che dovrà sopportare.

Il dente viene preparato rimuovendo la parte danneggiata e modellato in maniera da poter alloggiare l’intarsio seguendo i principi della minima invasività. Viene poi rilevata un’impronta con sistema tradizionale o digitale in maniera da poter costruirlo, verificarlo e cementarlo poi sul dente.

Le FACCETTE sono dei sottili gusci di ceramica o di altro materiale dello stesso colore dei denti naturali, che vengono cementati sui denti anteriori e ne ricoprono la parte frontale.

Vengono di solito costruite dall’odontotecnico seguendo l’impronta dei denti dando così risultati eccellenti e stabili nel tempo. Ma possono in realtà essere costruite anche dal dentista in maniera diretta ovvero in bocca del paziente con materiali compositi o faccette preformate del commercio più economiche delle precedenti.

PERCHE’ VENGONO FATTE

  • Mascherare spazi tra i denti (diastemi), macchie permanenti, difetti dello smalto.
  • Correggere lievi irregolarità ortodontiche.
  • Rivestire denti anteriori usurati o scheggiati.

QUALI MATERIALI UTILIZZIAMO

Possono essere di ceramica, di resine composite o altri materiali. Il materiale più adatto verrà scelto in base alle esigenze estetiche e funzionali del caso ma anche da ragioni economiche. Le faccette in ceramica hanno un aspetto molto simile a quello dei denti naturali e sono le sole che mantengono nel tempo colore e lucentezza iniziali. Il colore viene scelto sulla base del colore desiderato ma anche di quello degli altri denti presenti nella bocca.